CHI SONO


È impresa ardua descriversi


PIETRO GIORDANO

Sono un uomo che ha vissuto intensamente la propria vita di impegno ecclesiale e sociale.
Incontrare un prete - testimone di un francescanesimo vissuto e non solo predicato - mi catapultò, progressivamente, dalle discoteche messinesi all'impegno ecclesiale in F.U.C.I. (Federazione Universitaria Cattolica Italiana), all'impegno sociale nel sindacato (Cisl) e nel consumerismo (Adiconsum), con responsabilità anche nazionali.

L'amore dei miei figli, della mia famiglia, delle persone che amo e che mi amano mi hanno donato la bellezza della vita anche nei momenti bui. L'impegno ecclesiale e sociale - se pur tra mille errori - ha riempito e ha dato senso alla mia vita e la preghiera mi ha sostenuto e mi sostiene ogni giorno, convinto che nostro Signore è accanto ad ognuno di noi, anche se non lo sentiamo.

Due anni fa ho avuto un infarto che ha rivoluzionato completamente la mia vita facendomela ripensare come il bene più prezioso che va salvaguardato e curato, senza però abbandonare gli ideali ed i sogni che si hanno.